#‎OHTtour‬ ‪#‎DeliriousNY‬ ‪#‎OHT‬

Delirious New York

Spettacolo ispirato all’omonimo testo di Rem Koolhaas

di OHT | Office for a Human Theatre

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, II piano Castello, sala 18

venerdì 22 aprile 2016, ore 19.00

sabato 23 aprile 2016, ore 19.00

 

idea e regia Filippo Andreatta, drammaturgia Filippo Andreatta e Ilaria Mancia

di e con Filippo Andreatta, Fiora Blasi, Patric Schott, Sara Rosa Losilla

light designer Arnaud Poumarat

una produzione di OHT, Fondazione Caritro, Provincia Autonoma di Trento

co-produzione di Inteatro, residenze artistiche Centrale Fies, REACT! Festival Santarcangelo dei Teatri

 

Il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea ha il piacere di ospitare lo spettacolo Delirious New York, presentato in tour nazionale da OHT e ispirato al magnifico testo di architettura contemporanea scritto da Rem Koolhaas. Grazie alla collaborazione della Fondazione Luzzati Teatro della Tosse di Genova, del CRT Teatro dell’Arte – Triennale di Milano e del Castello di Rivoli, OHT presenterà il suo progetto ispirato all’architettura, allo spazio e all’immaginazione, un teatro che si fa anch’esso paesaggio.

Delirious New York è un manifesto retroattivo di Manhattan, ispirato all’omonimo testo di Koolhaas. L’architetto olandese sostiene che la griglia architettonica della città non vada analizzata studiando i palazzi che la compongono, ma indagando la psicologia di chi li ha costruiti. L’immaginazione è alla base del delirio architettonico di New York, ed è il collante degli episodi urbani messi in scena da OHT. Il pubblico è testimone di un patchwork teatrale d’immagini che irrompono in un libero e personale processo d’associazione affidato alla mente e all’esperienza del singolo spettatore.

In scena coesistono quattro persone che, pur parlando la stessa lingua o lingue diverse, non riescono a comunicare fra loro. Eppure continuano a parlarsi, a raccontarsi e a raccontare cercando di ottenere qualcosa da questa situazione senza preoccuparsi troppo di come. Forse l’alacrità con cui cercano di soprassedere a questa incomunicabilità è una metafora del loro desiderio d’identità? Forse, ma il punto di partenza rimane il testo di architettura contemporanea che come nessun altro è riuscito a introdursi nella genesi di una città mitologica degli Stati Uniti d’America come New York City. Lo spettacolo cela un’indagine sul comportamento umano all’interno della città contemporanea.

 

 

Nato in forma di workshop itinerante all’Università IUAV di Venezia, Delirious New York è diventato uno spettacolo completo nel 2010 grazie alle residenze artistiche presso Centrale Fies e Santarcangelo dei Teatri. Nella stagione 2013/14 è stato rimesso in scena attraverso un progetto di “microcredito culturale” sostenuto dalla PAT – Provincia Autonoma di Trento, per facilitare la promozione di eventi di Arte dal Vivo in istituzioni non esclusivamente teatrali.

 

OHT | Office for a Human Theatre

Fondata nel 2008 dopo la vittoria di Nuove Sensibilità, premio nazionale per giovani registi al Napoli Teatro Festival Italia, ha ottenuto collaborazioni nazionali e internazionali tra cui, più recentemente: NYC Artists’ Salon (USA): ONDA invita OHT a presentare la sua ricerca nella città di New York; CRT Teatro dell’Arte – Triennale di Milano (IT): “Una Minuta Retrospettiva” dei lavori più recenti di OHT è ospitata sul palcoscenico milanese; Josef and Anni Albers Foundation (USA): “squares do not (normally) appear in nature” un progetto sul lavoro di Josef Albers; Whitechapel Gallery, Londra (UK): “buzz” video installazione inclusa nella mostra “Twixt Two World”, a cura di Gaia Tedone; Istituto Italiano di Cultura, Vienna (AT): residenza per “autoritratto con due amici”; Museo MADRE e Teatro Pubblico Campano, Napoli (IT): l’installazione/performance “Bios Unlimited” è stata presentata in relazione alla collezione del museo; Palazzo Grassi, Venezia (IT): installazione di “Real-Time Polaroid”. Infine, Centrale Fies e MART museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, sono stati frequenti partner dei vari progetti menzionati e di altri ancora, sia per produzioni sia per debutti.

 

 

Prenotazioni: chiara@oht.tn.it; cell. 3397774133 (lun- ven 15-19)

 

 

Biglietteria dalle ore 18, reception Castello di Rivoli

Venerdì 22 aprile Intero 10 €, ridotto 5 €

Sabato 23 aprile, Intero 10 €, ridotto 5 €

biglietto scontato a 2 € per i possessori del biglietto d’ingresso del Castello di Rivoli