Arte e ben-essere a Avigliana

Giovedì 22 giugno 2017 a partire dalle ore 9

Progetto realizzato dal Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
in collaborazione con l’ASL TO3 e la Fondazione Mario e Anna Magnetto

Il 22 giugno 2017 viene avviato presso il Polo Sanitario di Avigliana un percorso condiviso dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli con Fondazione Magnetto e ASL TO3, finalizzato a prendersi cura dei luoghi della cura, e in particolare dell’Ospedale di Avigliana, attraverso grandi azioni di pittura collettiva, per l’umanizzazione degli ambienti ospedalieri che normalmente sono percepiti come freddi e austeri da chi li abita.
Per il Direttore Generale dell’ASL TO3 Dr. Flavio Boraso “Questa iniziativa, valorizzando il legame dei servizi con il territorio e la rete fra le istituzioni, si inserisce appieno nel percorso di umanizzazione delle strutture e di avvicinamento dei Cittadini ai servizi sanitari, nel quale l’Azienda è impegnata da tempo” fra l’altro in condivisione con l’Assessore Regionale alla Sanità della Regione Piemonte.
In tal senso, il Dipartimento Educazione ha già collaborato con ASL TO3, insieme a Fondazione Magnetto e ad altri soggetti, al progetto Passaporto Culturale promosso dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna, con cui la cultura entra a far parte delle raccomandazioni per una buona crescita.
Nella relazione con il territorio da sempre il Dipartimento Educazione è attento alla diffusione di una cultura del ben-essere di ogni individuo, a partire dall’esperienza dell’arte: l’incontro con l’arte, dentro e fuori dal Museo, traduce la conoscenza in autentica esperienza di vita. Una pratica che può sostenere e promuovere il senso di appartenenza, di cittadinanza e di responsabilità sociale per il benessere e la salute individuale e collettiva, dove la Cultura è efficace strumento per un nuovo welfare, come indicano i risultati delle recenti ricerche scientifiche e le politiche comunitarie dell’Unione Europea.
Il rapporto tra arte e benessere è anche al centro del Cantiere dell’arte, sviluppato negli ultimi cinque anni dal Dipartimento Educazione con e per la Fondazione Medicina a Misura di Donna a partire dall’Ospedale Ostetrico-ginecologico Sant’Anna di Torino. Una best practice che ha coinvolto dipendenti, pazienti e familiari e che negli anni ha contribuito a riconfigurare gli spazi ospedalieri con interventi ispirati alle espressioni artistiche contemporanee, con la consapevolezza del fatto che noi abitiamo gli spazi ma gli spazi ci abitano e che ambienti esteticamente significativi e più curati entrano nel processo di guarigione. I tanti wall painting realizzati negli anni hanno portato alla trasformazione tangibile dell’ospedale.
Il wall painting presso il Polo Sanitario di Avigliana è realizzato con un’azione partecipata insieme alle scuole del territorio, in particolare i giovani coinvolti nel progetto alternanza scuola-lavoro con il Dipartimento Educazione (I.T.C.G. Galilei di Avigliana, Liceo Scientifico Rosa di Bussoleno, Liceo Scientifico Darwin di Rivoli, I.I.S.S. Blaise Pascal di Giaveno) che ha un legame particolarmente stretto con gli istituti della Valle.
Proprio in omaggio a questa relazione, l’intervento sarà caratterizzato con il segno-simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto che è già stato al centro di numerose azioni a cura del Dipartimento Educazione con le scuole di Rivoli e della Valsusa: dalla recente inaugurazione dell’Ambasciata del Terzo Paradiso all’Istituto Romero di Rivoli, al Terzo Paradiso- Rebirth Day con il Liceo Norberto Rosa di Susa. Lo stesso Forte di Exilles, monumento simbolo della Valle, è caratterizzato dal grandioso giardino del Terzo Paradiso creato sul giasset con 11.000 piante di lavanda con la partecipazione del maestro Pistoletto, in collaborazione con Cittadellarte, con Susaculture e con numerosi soggetti del territorio. Protagonisti dell’azione collettiva di creazione del segno-simbolo sono stati i ragazzi del Liceo Norberto Rosa di Susa e Bussoleno destinatari del percorso formativo Coltivare Cultura, elaborato dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli grazie alla Fondazione Magnetto. Si segnala infine che questi ultimi hanno aderito a un ulteriore progetto che coniuga arte e ben-essere, Con il corpo conosco dell’I.I.S.S. Oscar Romero di Rivoli intorno a cui il Dipartimento Educazione ha aggregato una rete per operare a favore di tutta la comunità: un ulteriore segno che attesta e rafforza l’identità del Museo come punto di incontro tra istanze diverse tutte rivolte alla promozione e diffusione di una cultura del ben-essere di ogni individuo.