Filo lungo filo 2019

Il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli per

Filo lungo filo
Convegno, installazione e workshop per le scuole del territorio

Collegno, Villaggio Leumann

Da venerdì 20 a domenica 22 settembre

Da oltre 20 anni il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea collabora con l’Associazione Amici della Scuola Leumann a Filo lungo filo, appuntamento unico nel suo genere in Italia e in Europa dedicato all’arte del tessere: una bellissima avventura culturale che ogni anno con Filo lungo filo si riannoda … Per non perdere il filo, l’edizione 2019 darà ampio spazio alla riflessione sulla dimensione narrativa, mitologica, simbolica e metaforica della tessitura con il Convegno moderato e introdotto da Anna Pironti, Responsabile Capo del Dipartimento Educazione.

Tessere relazioni è anche l’essenza del progetto culturale del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, che esprime una visione museale contemporanea, democratica ed inclusiva, volta a utilizzare la cultura come dispositivo di conoscenza e relazione tessendo un’ampia rete di collaborazioni, che si espande nel mondo intero, a partire dal territorio di appartenenza.

Come ogni anno, il Dipartimento Educazione caratterizzerà in modo inconfondibile il Villaggio Leumann con il workshop e l’installazione diffusa Per non perdere il filo, ispirati all’accostamento metaforico tra l’arte del tessere e la dimensione letteraria. L’allestimento è composto da macro lettere rilucenti, che risplendono, riflettono e fanno riflettere. Lettere come basi per costruire alfabeti, che a loro volta sono i materiali di costruzione di tutte le parole, i pensieri e le possibili narrazioni. Lettere grandi e preziose come lo sono le parole stesse, a cui attribuiamo corpo e importanza. Le parole che sono la struttura basilare dell’intreccio letterario esattamente come l’ordito è la base per accogliere le trame nella realizzazione del tessuto.
Filo lungo filo, l’evento proposto dall’associazione Amici della Scuola Leumann, compie 25 anni ed è diventato un appuntamento imperdibile per gli amanti dell’artigianato tessile, richiamando tessitori sperimentali e studiosi del tessile da tutto il mondo, ciascuno portavoce della propria terra e delle proprie tradizioni.
La manifestazione unisce quindi passato e presente, riappropriandosi simbolicamente di un luogo come il Villaggio Leumann che nacque proprio dalla tessitura, infatti qui nella seconda metà dell’800 venne impiantato il celebre cotonificio. Intorno alla fabbrica si sviluppò il Villaggio, che oggi evoca la memoria della rivoluzione industriale di cui è uno degli esempi urbanistici meglio conservati d’Italia. Una storia che viene rievocata con orgoglio grazie alla manifestazione Filo lungo filo.

Per approfondimenti

http://www.villaggioleumann.it/filo_lungo_filo_2019.php