Federico Campagna | Filosofo in Residenza 2022

A seguito della prima edizione del programma di Filosofia in Residenza organizzato dal Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea in collaborazione con il Centro di Ricerca (CRRI), il Museo è lieto di ospitare Federico Campagna.

La prima edizione, tenutasi nel 2021, ha visto la presenza al Museo del filosofo e scrittore Leonardo Caffo, professore di Estetica dei media e della moda alla NABA di Milano. Quest’ultimo ha sviluppato una serie di podcast dal titolo La scomparsa del pubblico, in cui ha ragionato sull’idea di pubblico, sulla sua scomparsa, sulle sue diverse caratterizzazioni e qualità.

Nel 2022, il filosofo Federico Campagna si dedicherà ad approfondire il tema della ‘immaginazione creatrice’ Mediterranea dall’antichità ai giorni nostri – con particolare attenzione al periodo tra la Tarda Antichità e l’inizio della Modernità. La sua ricerca si concentrerà sulle soluzioni immaginifiche prodotte dai popoli Mediterranei (secondo una geografia espansa, che va dalla Valle dell’Indo alle coste Atlantiche dell’Europa) durante alcuni dei momenti più drammatici nella storia della regione. Grazie alla disponibilità dei preziosi volumi custoditi nella biblioteca della Villa Cerruti e alla possibilità di studiare da vicino i dipinti della Collezione, Campagna approfondirà l’uso congiunto di filosofia, letteratura, teologia, arte visiva e cosmologia da parte di quei soggetti Mediterranei che si sono trovati ad affrontare una “fine del mondo” (ovvero, la fine di un certo modo di intendere la realtà a seguito del crollo di una civiltà). A tali momenti di crisi, i popoli Mediterranei hanno spesso reagito con una “migrazione di massa” al di fuori del regno della Storia (con i suoi confini, i suoi orrori e i suoi poteri politici), verso altri-mondi immaginari, esterni allo spazio e al tempo. In questi altri-mondi, essi hanno dato vita a nuove immaginazioni dal forte taglio sincretico, in cui lo statuto stesso della realtà (e di tutto ciò che la popola) è stato reinventato dalle fondamenta.

Benché spesso lontani nel tempo, tali esempi di reinvenzione apocalittica del mondo restano di grande attualità anche oggi, in un momento storico di grandi trasformazioni culturali, ambientali e geopolitiche di scala planetaria.

Il risultato di questa ricerca entrerà a fare parte del prossimo libro di Federico Campagna, provvisoriamente intitolato Il Mare Tra Le Terre: una storia dell’immaginazione Mediterranea, che verrà presentato nel corso della residenza nell’ambito di conferenze e podcast.

Episodio I 

Episodio II