Italian Council: Yuri Ancarani. Sculture alla Kunsthalle Basel

La mostra Yuri Ancarani. Sculture (9 febbraio – 29 aprile 2018) è tra i progetti vincitori della seconda edizione dell’Italian Council, bando di concorso per sostenere l’arte contemporanea a livello internazionale, promosso dalla DGAAP, Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri. Presentato dal Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, il progetto è il frutto della prestigiosa collaborazione internazionale del Museo con la Kunsthalle Basel. Oltre alla mostra, il progetto prevede la realizzazione del primo catalogo dedicato all’artista e la produzione della nuova opera San Vittore (2018), che entrerà a far parte della Collezione del Castello di Rivoli.

La mostra, che si inaugura in anteprima alla Kunsthalle Basel, indaga la produzione filmica di Yuri Ancarani dal 2010 ad oggi, rivelando la meticolosa precisione, l’estetica distintiva e anche la profondità scultorea di film che esplorano criticamente la mascolinità, i rituali del lavoro e i codici sociali.

Yuri Ancarani (Ravenna, 1972) è un video artista e film-maker italiano. Le sue opere scaturiscono dalla commistione tra cinema documentario e arte contemporanea, e sono il risultato di una ricerca spesso tesa ad esplorare regioni poco visibili del quotidiano, realtà in cui l’artista si addentra in prima persona. Le opere di Ancarani sono state presentate nell’ambito di numerose mostre tenute a livello internazionale, incluse: 16. Quadriennale d’Arte – Altri tempi, altri miti, Palazzo delle Esposizioni (Roma); 55. Esposizione d’Arte Internazionale, Il Palazzo Enciclopedico, La Biennale di Venezia (Venezia); Beursschouwburg (Brussel, Belgio); CAC, Centre d’Art Contemporain Genève (Ginevra, Svizzera); Centre Pompidou (Parigi, Francia); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino); Hammer Museum (Los Angeles, California); AMACI, Museo del Novecento (Milano); MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (Roma); R. Solomon Guggenheim Museum (New York, USA); Palais de Tokyo (Parigi, Francia); RaebervonStenglin (Zurigo, Svizzera); Stiftung Insel Hombroich (Neuss, Germania). L’artista ha inoltre partecipato a numerosi Festival, tra i quali New Directors/New Films, MoMA (New York, USA); Desert Exhibition of Art (Palm Spring, California); True/False Film Festival (Columbia, Missouri); SXSW South by Southwest (Houston, Texas); Ann Arbor Film Festival (Michigan, USA); Hot Docs (Toronto, Canada); TIFF Toronto International Film Festival (Toronto, Canada); BIM Biennale dell’Immagine in Movimento, Centre d’Art Contemporain Genève (Ginevra, Svizzera); Locarno Film Festival (Locarno, Svizzera); Viennale (Vienna, Austria); Festival del Cinema di Venezia (La Biennale di Venezia, Venezia); IFFR International Film Festival Rotterdam (Rotterdam, Olanda); IDFA International Documentary Film Festival Amsterdam (Amsterdam, Olanda); Cinéma du Réel (Centre Pompidou, Parigi Francia); CPH:DOX (Copenhagen, Danimarca); Festival International du Film de La Roche-sur-Yon (La Roche-sur-Yon, Francia); Beat Film Festival (Mosca, Russia); Taipei Film Festival (Taipei, Taiwan). Ha inoltre ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui Premio speciale della giuria CINÉ+Cineasti del presente, 69° Locarno Film Festival (Locarno, Svizzera); cinque nominations ai Cinema Eye Honors, Museum of Moving Image (New York, USA); “Grand Prix in Lab Competition”, Clermont-Ferrand Film Festival (Clermont-Ferrand, Francia). L’artista è rappresentato da Isabella Bortolozzi Galerie, Berlino e ZERO…, Milano.

La mostra, il catalogo e la produzione di San Vittore sono supportati dall’Italian Council in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea. La mostra è inoltre resa possibile grazie al supporto aggiuntivo di Volkart Foundation e Alcantara SpA.