Filmare l’invisibile, filmare l’arte. Incontro con Gianluca e Massimiliano De Serio e il Piccolo Cinema

In occasione della mostra di Giovanni Anselmo, Mentre la mano indica, la luce focalizza, nella gravitazione universale si interferisce, la terra si orienta, le stelle si avvicinano di una spanna in più… il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea organizza un ciclo di incontri, a cura di Marianna Vecellio, rivolti all’approfondimento dei temi affrontati dall’artista nel corso della sua lunga attività. Uno dei protagonisti dell’Arte povera, Anselmo ha sviluppato una ricerca incentrata sull’osservazione dei processi di trasformazione della materia e dell’energia, aprendo alla contemplazione del visibile e dell’invisibile. Interferenze, particolari e direzioni contraddistinguono la sua poetica e sono i principali punti di riferimento per le riflessioni di filosofi, scienziati, storici dell’arte, curatori e artisti che interverranno durante gli incontri.

Il 24 settembre, alle ore 12.00, al Castello di Rivoli si tiene l’ultimo appuntamento del ciclo di incontri Interferenze, particolari e direzioni, in occasione del finissage della mostra.

 

A partire dallo spazio della Manica Lunga, immaginata come un carrello cinematografico, l’incontro sarà una sorta di visita guidata alla mostra di Anselmo e condurrà i visitatori a una rilettura “cinematografica” del progetto. Massimiliano e Gianluca De Serio, artisti e film-maker, terranno una “lezione” aperta al pubblico, una sorta di workshop tra arte e cinematografia, in dialogo con alcuni ragazzi del Piccolo Cinema, progetto da loro fondato nell’area di Barriera a Torino.