Di fronte al collezionista. La collezione di Uli Sigg di arte contemporanea cinese

18.00

Anno

2020

Autore

Marcella Beccaria

Editore

Castello di Rivoli

ISBN

9788894481709

Lingua

Italiano-English

Numero Pagine

67 pg.

La mostra Di fronte al collezionista. La collezione di Uli Sigg di arte contemporanea cinese presenta per la prima volta in Italia la Collezione Sigg, riconosciuta come la più importante raccolta di arte cinese contemporanea al mondo. Inclusiva di circa 2500 opere di oltre 500 artisti, la Collezione Sigg rispecchia una visione enciclopedica tesa a documentare l’evoluzione dell’arte cinese dalla fine degli anni settanta al presente, oltrepassando i limiti del gusto personale.
Uli Sigg è stato tra i primi imprenditori occidentali a recarsi in Cina nel 1979, a seguito della politica di apertura. Già avvocato, giornalista economico e ambasciatore svizzero in Cina, Corea del Nord e Mongolia dal 1995 al 1998, Sigg ha avuto un indispensabile ruolo di ambasciatore culturale, promuovendo la conoscenza dell’arte cinese in ambito internazionale.
Sviluppata a stretto contatto con il collezionista e gli artisti, la mostra presenta una precisa selezione della Collezione Sigg e della Collezione M+ Sigg, documentandone alcuni caratteri distintivi tra cui le strette relazioni amicali intessute da Sigg con gli artisti e il suo contributo quale committente di nuove opere.
Con opere di aaajiao, Ai Weiwei, Chen Danqing, Fang Lijun, Feng Mengbo, Fu Hong, He Xiangyu, Li Zhanyang, Liu Ding, Liu Wei, Lou Shenyi, Mao Tongqiang, Miao Ying, Ni Youyu, Qi Zhilong, Qiu Shi Hua, Manuel Salvisberg, Shao Fan, Sun Yuan & Peng Yu, Wang Keping, Yu Youhan, Zhang Wei, Zhang Xiaogang, Zhao Bandi, questo volume include testi inediti di Uli Sigg, Carolyn Christov-Bakargiev, una recente conversazione tra il curatore della mostra Marcella Beccaria e il collezionista e specifici testi curatoriali sugli artisti e sulle opere in mostra. Una ricca scelta di immagini documenta la mostra presso le sale del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.