John McCracken IT

35.00

Anno

2011

Autore

Andrea Bellini, Marianna Vecellio

Editore

Skira

ISBN

9788857207759

Lingua

Italiano

Numero Pagine

263 pg.

Tra i maggiori esponenti storici del Minimalismo, insieme a Donald Judd, Carl Andre e Dan Flavin, John McCracken (Berkeley, California, 1934) vede l’arte come mezzo per una esperienza contemplativa, spirituale, alta e misteriosa, e i suoi lavori come prototipi di un mondo a venire, in cui regnerà una forma di bellezza assoluta. Convinto che l’arte, risvegliando la nostra coscienza, possa dare forma ai misteri della vita e alle leggi insondabili dell’universo, McCracken rivela – contro il suo preteso empirismo radicale – la vera complessità del movimento americano.

Pubblicato in occasione della retrospettiva al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, questo catalogo include saggi di Andrea Bellini, Alex Farquharson e Marc-Olivier Wahler; una intervista realizzata da Marianna Vecellio e una conversazione su McCracken tra Daniel Baumann e l’artista John Armleder.

Oltre alle immagini dei più importanti lavori creati da McCracken a partire dagli anni Sessanta, il catalogo presenta una selezione di disegni, una dettagliata cronologia delle mostre dell’artista e un’ampia antologia con testi di Brooks Adams, Roger M. Buergel, Dan Cameron, Frances Colpitt, John Coplans, Donna DeSalvo, Lucy R. Lippard, Jane Livingston, Kynaston McShine, David Pagel, Peter Plagens, Barbara Rose, Harold Rosenberg, Merle Schipper, Angela Vettese, A.M. Wade, Emily Wasserman, Nicholas Wilder, Eva Wittocx, Adachiara Zevi e dell’artista.