Elisabetta Benassi

Le opere di Elisabetta Benassi raccolgono i riferimenti della tradizione artistica e culturale per esplorare attraverso le tracce della memoria collettiva, le tematiche di una società contemporanea costantemente alla ricerca di una sua identità.
Telegram from Buckminster Fuller to Isamu Noguchi explaining Einstein’s theory of relativity (Telegramma inviato da Bukminster Fuller a Isamu Noguchi per spiegare la teoria della relatività di Einstein) è la riproduzione in forma di tappeto di un telegramma inviato dall’architetto Buckminster Fuller, noto per le sue cupole geodetiche, all’amico scultore Isamu Noguchi che si trovava in Messico per la realizzazione di un lungo murales in cemento, narrante la storia del Messico attraverso i simboli e le icone del Novecento, tra cui la formula della relatività. Il telegramma acquisisce nuovi significati diventando un oggetto consueto e quotidiano e amplifica, grazie alle sue dimensioni, il messaggio semiprivato al suo interno contenuto portandolo ad un livello di lettura differente.
Sempre messaggi, anche se solo all’apparenza meno decifrabili, sono quelli contenuti negli acquarelli di Them (Loro), riproduzioni del retro di diverse immagini fotografiche. Partendo dallo studio di archivi italiani e internazionali, l’artista ha selezionato alcune immagini scegliendo poi di riprodurne solo il retro che solitamente contiene informazioni tecniche quali data, nome del fotografo, descrizione del soggetto. Dal verso riprodotto possiamo così solo immaginare la fotografia che il testo accompagna. In realtà sono proprio le stesse parole e indicazioni che riusciamo a leggervi che diventano veicolo per una rilettura personale dell’immagine in essa contenuta e celata.

Opere