Caricamento Eventi

Morton Feldman e Rolf Julius: Music for a long time

14 dicembre 2012 dalle 17:30
15 dicembre 2012 alle 21:23

Morton Feldman e Rolf Julius: Music for a long time

Venerdì 14 dicembre 2012, ore 17,30-23,30

Morton Feldman e Rolf Julius: Music for a long time/I parte

Morton Feldman, String Quartet II (1983)

Quartetto d’Archi di Torino

“Music for a long time” mette in gioco la musica di Morton Feldman, il lavoro di Rolf Julius, il Quartetto d’Archi di Torino e la grande vocalist americana Joan La Barbara . Nel 1979 Julius creò Dyke Line nell’intento esplicito di realizzare un equivalente visivo della musica di Feldman, il suo senso di “endlessness”. Da qui l’idea di legare in un unico progetto due concerti e una mostra. Il Secondo Quartetto di Feldman fu scritto nel 1983 per il Kronos Quartet che lo eseguì 6 volte, in una versione abbreviata. Nel 1996 l’Auryn Quartet eseguì ad Amburgo la prima versione integrale (circa 6 ore di musica ininterrotta e di enorme difficoltà esecutive). Le esecuzioni integrali sono state sei, come sei sono i quartetti che hanno affrontato questa composizione. Il Quartetto d’Archi di Torino (unico in Italia ad averlo in repertorio) lo eseguì a Bolzano nel 2009 e in Olanda nel 2010; finalmete potremo ascoltare al Castello di Rivoli l’esecuzione integrale del brano forse più impegantivo della letteratura quartettistica.

In considerazione della durata eccezzionale del quartetto (sei ore di musica) sarà possibile -con una modalità intermittente, una sorta di flaneur contemporaneo tra musica e arte-alternare la fruizione tra il concerto e le opere di Rolf Juliu allestite in sala, o ancora, cogliendo l’occasione di una visita al Museo.

 

Sabato 15 dicembre 2012, ore 21

Morton Feldman e Rolf Julius: Music for a long time/II parte

Rolf Juliu, Why black?why red? (2006,2007)

Joan La Brabara, vocalist

Prima in assoluto a improvvisare sulle partiture di “dots” (stampe a getto d’inchiostro in rosso e nero su carta) di Rolf Julius fu la pianista coreana Aki Takahashi, al Fridericianum di kassel nel 2011.Seguirono nel tempo, fra gli altri: il violoncellista austriaco Michael Moser, alla Stadgalerier di Saarbrucken nel 2002; l’ensemble vocale berlinese Zwischentone di Peter Ablinger, che nel 2003 improvvisç su varie serie di “dots” neri e gialli all’Akademie der Kunste di Berlino e altri artisti. Questa performance di Joan La Barbara si può effettivamente considerare una prima mondiale, e curiosamente, se si considera che Julius pensò proprio alla vocalist americana per prima, come naturale interprete delle sue grandi opere/partiture.

L’ingresso (7 euro intero, 5 euro ridotto, 10 euro i due apputamenti), dà diritto alla visita del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea che , in occasione degli eventi, venerdì 14 dicembre rimarrà apertino fino alle 20 e sabato 15 dicembrefino alle 21.

Il progetto è il risultato di una preziosa e complessa collaborazione tra l’Istituto Musicale Città di Rivoli “Giorgio Balmas”, il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e l?Associazione e/static. L’iniziativa, patrocinata dal Goethe Institut Turinm sarà presentata martedì 11 dicembre prossimo alle ore 18 presso la sede di Piazza San Carlo a Torino.

All’incontro parteciperanno Giuseppe Gavazza, promotore del progetto con Carlo Fossati, Manuel Zigante per il Quartetto d’Archi di Torino e Andrea Maggiora, direttore artistico di Rivolimusica.