Caricamento Eventi

POP UP. Claudia Comte. Slurp, Boing, Puff (pattern e onomatopea), 2021

3 novembre 2021 dalle 19:00 alle 19:30

Progetto di ridecorazione della Caffetteria del Castello di Rivoli
Inaugurazione: 3 novembre 2021, ore 20

Il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea annuncia la nuova decorazione della Caffetteria ubicata nella Manica Lunga su progetto dell’artista svizzera Claudia Comte (Grancy, 1983).
Il wall-painting Slurp, Boing, Puff (2021) sviluppato a stretto contatto con l’artista, è parte del progetto POP UP supportato da Lavazza, e sarà visibile a partire dal 3 novembre 2021.

L’artista esegue interventi murali che trasformano le superfici in segni grafici presi a prestito dal mondo dei cartoon attraverso i quali costruisce un ambiente ottico avvolgente e vibrante con un’estetica da era digitale. Il vocabolario astratto monocromatico e a volte con gradienti di colore la avvicina all’astrazione di Sol LeWitt, Bridget Riley e perfino John Armleder, artista con il quale ha studiato, mentre le scritte onomatopeiche ricordano la Pop Art in chiave contemporanea. L’approccio minimalista di Comte alla creazione artistica è in parti uguali metodico e dinamico; le sue opere sono infuse di un distinto senso di giocosità.

Scrive Claudia Comte “Per la Caffetteria del Castello ho creato una pittura murale immersiva che combina elementi a motivi geometrici con onomatopee giocose abbinate su un palato morbido di colori pastello in rosa, blu e giallo incorporando tre modelli distinti: tre strisce che corrono sopra le finestre ad arco, un richiamo agli affreschi del museo, una serie di puntini reticolati e uno zigzag. Le onomatopee sono dipinte in tutto lo spazio in giunzioni vibranti”.

Biografia

Claudia Comte (Grancy, 1983) ha conseguito i suoi studi superiori all’ECAL – École cantonale d’art di Losanna, per poi perfezionare il suo percorso accademico presso l’Haute École Pédagogique. Recenti mostre personali includono Claudia Comte. Come crescere e avere sempre la stessa forma, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli-Torino, 2019; I have grown taller from standing with Trees presso Copenhagen Contemporary, 2019; The Morphing Scallops, Gladstone Gallery, New York, 2019; Claudia Comte: Electric Burst (Lines and Zigzags), Contemporary Art Museum St. Louis (Missouri), 2018 e nello stesso anno Zigzags and Diagonals, Museum of Contemporary Art Cleveland (Ohio). Si evidenziano nel 2017 10 Rooms, 40 Walls, 1059 m2 presso Kunstmuseum Luzern, Lucerna e La Ligne Claire, Basement, Roma. Le sue opere sono state anche incluse in esposizioni collettive, tra le più recenti Hot Saw – Electric Power, Kunsthalle, Basilea, 2018; The Primary Fondue Party, evento collaterale alla 57. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia, Venezia, 2016, presso il Salon Suisse: ATARAXIA e The Language of Things organizzata dal Public Art Fund, City Hall Park, New York.

Il progetto dell’artista Claudia Comte è realizzato grazie al sostegno di