Caricamento Eventi

DIANN BAUER, Se la natura è ingiusta, cambia la natura

20 novembre 2019 dalle 19:00 alle 20:00

COMP(H)OST #4

Mercoledì 20 novembre h 19

Circolo del Design

Via San Francesco da Paola 17

 

Lo xenofemminismo è la corrente di pensiero che, negli ultimi anni, più ha indagato il rapporto tra politiche di genere e accelerazione tecnologica, nel tentativo esplicito di riprendere e superare l’eredità della teoria cyber elaborata negli anni Ottanta da Donna Haraway. Originariamente formulato nel Manifesto xenofemminista firmato dal collettivo transnazionale Laboria Cuboniks, lo xenofemminismo si è velocemente imposto come uno dei principali snodi del dibattito che negli ultimi anni ha visto confrontarsi il mondo della politica e delle arti: l’incontro con Diann Bauer, artista visiva e cofondatrice di Laboria Cuboniks, affronterà non solo l’influenza e gli sviluppi del manifesto originario, ma anche il modo in cui le sue tematiche continuino a riverberare nella pratica artistica e nei linguaggi creativi della contemporaneità.

In particolare, Diann Bauer parlerà del proprio lavoro in relazione allo xenofemminismo, nel tentativo di proporre una comprensione della “alienazione” promulgata dal progetto che possa aprire nuovi modi di pensare il modo in cui noi, come specie, possiamo affrontare le minacce provocate dal cambiamento climatico – un’idea che Bauer ha sviluppato insieme con il gruppo di artisti e architetti chiamato A.S.T. (the Alliance of the Southern Triangle).

SE LA NATURA È INGIUSTA, CAMBIA LA NATURA è il quarto appuntamento di COMP(H)OST, un progetto che affronta in chiave transdisciplinare i temi dell’ospitalità, dello scambio e della coesistenza, della cooperazione e della coabitazione, della trasformazione e della fertilità, attraverso produzioni artistiche, laboratori, conferenze, panel discussion, conversazioni, performance live al Castello di Rivoli e in contesti diversi nella città di Torino.

In questa occasione, COMP(H)OST è ospite a Torino del Circolo del Design, un nuovo spazio aperto, inclusivo e partecipato, esploratore del contemporaneo, delle sperimentazioni e degli attori che rappresentano l’avanguardia nei diversi campi del design. L’incontro con Diann Bauer si svolge nell’ambito del Ciclo dei Mercoledì, che mette in evidenza tematiche contemporanee attraverso il contributo di specialisti – provenienti da discipline diverse da quella del design – che aprono il dibattito partendo dal cuore della propria ricerca. Gli incontri del Mercoledì sono organizzati con la curatela scientifica del c.lab, laboratorio interateneo tra Politecnico di Torino e Università degli Studi di Torino.

La conferenza è in inglese con traduzione consecutiva in italiano. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, il Circolo del Design è in Via San Francesco da Paola, 17, 10123 Torino.

 

BIOGRAFIA

Diann Bauer è un’artista e scrittrice di stanza a Londra. fA parte del collettivo Laboria Cuboniks, che nel 2015 ha scritto Xenofeminism: A Politics of Alienation, e collabora col gruppo di Miami A.S.T., il cui lavoro si focalizza sull’urbanistica e il cambiamento climatico. I lavori di Bauer sono stati proiettati ed esposti alla Tate Britain e alla galleria The Showroom di Londra, alla Sharjah Biennale 13 negli Emirati Arabi Uniti, alla Deste Foundation di Atene e al New Museum di New York. Tra le università e le istituzioni culturali in cui ha insegnato e tenuto conferenze figurano: Cornell University, Yale University e Cooper Union (USA), HKW (Germania), DAI (Paesi Bassi), Ashkal Alwan (Libano), Ocean Space, Venice, Goldsmiths, The Baltic, Tate e ICA (UK).

COMP(H)OST è un progetto realizzato da a.titolo, NERO e Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, in collaborazione con il Witte de With Center for Contemporary Art di Rotterdam, con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “ORA! Produzioni di Cultura Contemporanea”, con l’ospitalità di Duparc Contemporary Suites e la collaborazione di Film Commission Torino Piemonte, a partire da un’idea di Marianna Vecellio e Sofía Hernández Chong Cuy.

COMP(H)OST è curato da Francesca Comisso e Luisa Perlo per a.titolo, Marianna Vecellio per il Castello di Rivoli, Lorenzo Gigotti, Valerio Mannucci e Valerio Mattioli per NERO.