Giovanni Minoli presenta El Matt – Vita violenta di Benito Mussolini

05.11.2012 dalle 0:00 alle 0:00

 

Lunedì 5 novembre 2012, ore 18.00

Cinema Massimo – Sala Tre, Torino

 

In occasione della mostra La storia che non ho vissuto (testimone indiretto) curata da Marcella Beccaria in corso al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, RAI 150 – “La Storia siamo noi” di Giovanni Minoli presenta al Cinema Massimo l’anteprima del film El Matt – Vita violenta di Benito Mussolini di Sergio Leszczynski. “Feci sapere che non mi avrebbero avuto vivo nelle loro mani”. Con queste parole Benito Mussolini racconta la sua volontà di togliersi la vita all’indomani dell’armistizio dell’8 settembre 1943, per non essere consegnato agli Alleati. Con la consulenza storica di Emilio Gentile, il documentario El Matt – Vita violenta di Benito Mussolini ripercorre le tappe della vita del dittatore che per oltre vent’anni ha retto le redini della politica italiana, col pugno di ferro ma anche col consenso di una vasta parte della popolazione. Una vita violenta, emblematica di un periodo storico che vede il passaggio dal Risorgimento alla società di massa; dalla tragedia della Prima Guerra Mondiale all’apogeo del regime. Gli anni della formazione in Romagna, l’emigrazione in Svizzera, l’esperienza della trincea e l’elaborazione di un’ideologia che ha le sue radici in Nietzsche e Sorel, ma anche la storia di un giocatore capace di rischiare e di rilanciare; di un uomo politico cinico e spietato che si serve della violenza per affermare il proprio potere e trasformare gli italiani in una nuova razza di guerrieri. Una violenza che finirà per travolgerlo. Il film sarà proiettato lunedì 5 novembre alle ore 18.00 (ingresso gratuito), e sarà introdotto e commentato dal Presidente del Castello di Rivoli Giovanni Minoli, dagli autori Sergio Leszczynski ed Emilio Gentile e dalla curatrice della mostra Marcella Beccaria. La storia che non ho vissuto (testimone indiretto) è una grande mostra interamente dedicata a una nuova generazione di artisti italiani che individua nella storia del nostro Paese il proprio oggetto d’indagine. Articolate in un’ampia varietà di forme e scelte linguistiche, le opere in mostra sono incentrate su alcuni tra i momenti che hanno tragicamente segnato l’Italia nel corso del Novecento. Inclusiva di opere realizzate appositamente e altre che meritano una rinnovata attenzione museale, la rassegna rinnova il programma a favore della giovane arte italiana già promosso dal Castello con il sostegno degli Amici, attraverso la Borsa per i giovani artisti italiani. Questo progetto espositivo è reso possibile dal generoso contributo degli Amici Sostenitori del Castello di Rivoli e si avvale della Media Partnership de La Stampa e RAI 150 – “La Storia siamo noi”. Il Museo Nazionale del Cinema di Torino partecipa al progetto ospitando l’opera di Rossella Biscotti La cinematografia è l’arma più forte (2007), proiettata in Sala Tre ogni sabato prima dell’inizio del primo spettacolo serale.

Dettagli

Data:
05.11.2012
Ora:
0:00