Hans Ulrich Obrist in conversazione con Anna Boghiguian

14.10.2017 dalle 16:00 alle 18:00

Noto per le sue interviste ai grandi protagonisti dell’arte Hans Ulrich Obrist, direttore artistico delle Serpentine Galleries di Londra, è da sempre attento al lavoro dell’artista Anna Boghiguian, invitata già nel 2010 a partecipare al progetto Marathon Marathon nel Museo dell’Acropoli di Atene. L’incontro sarà l’occasione per approfondire la visione radicale dell’artista attraverso il metodo dialogico che caratterizza l’intera attività di Obrist.

La conversazione è parte delle attività collaterali della mostra rivolte all’approfondimento dei molti temi affrontati da Boghiguian nel corso della sua lunga carriera. La retrospettiva, allestita al terzo piano della Manica Lunga fino al 7 gennaio 2018, raccoglie un ampio corpo di lavori che mostrano per la prima volta l’intero percorso dell’artista dai primi disegni su carta e illustrazioni di libri fino alle grandi installazioni dei nostri giorni.

Questo ciclo di incontri vuole ampliare la ricerca sul lavoro di Anna Boghiguian attraverso il coinvolgimento dei curatori della mostra, personalità provenienti dal mondo filosofico, dalla letturatura e dalle scienze sociali. Saranno inoltre lette e discusse le opere di Constantinos Kavafis, Friedrich Nietzsche, Rabindranath Tagore, Giuseppe Ungaretti e altri.

Hans Ulrich Obrist (Zurigo, Svizzera, 1968) è direttore artistico delle Serpentine Galleries di Londra e co-fondatore di 89plus. Prima di questo è stato curatore del Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris. Dalla sua prima mostra World Soup (The Kitchen Show) nel 1991, ha curato oltre 300 mostre. Obrist ha tenuto conferenze a livello internazionale presso istituzioni accademiche e d’arte, collabora con le riviste Artforum, AnOther Magazine, 032C, collaboratore regolare di Mousse e Kaleidoscope e scrive colonne per Das Magazin e Weltkunst. Nel 2011 ha ricevuto il CCS Bard Award for Curatorial Excellence e nel 2015 è stato insignito dell’International Folkwang Prize per il suo impegno per le arti. Le pubblicazioni recenti di Obrist includono: Mondialité, Conversations in Mexico, Ways of Curating, The Age of Earthquakes con Douglas Coupland e Shumon Basar e Lives of The Artists, Lives of The Architects.

Anna Boghiguian (Il Cairo, Egitto, 1946), cresce in una famiglia di orologiai a Heliopolis, a dieci chilometri da Il Cairo. Frequenta la scuola armena Nubarian e segue le lezioni di disegno di Onnig Avedissian; dal 1958 al 1964 frequenta l’American College for Girls e dal 1964 al 1969 studia politica ed economia all’American University in Cairo, ateneo fondato nel 1920 per formare i futuri dirigenti del paese. S’interessa agli scritti dei filosofi Hegel, Marx, Macchiavelli, Platone e altri pensatori utopisti. A vent’anni, ogni qualvolta il governo lo permettesse, comincia a viaggiare. Appassionata di letteratura e poesia, legge Fëdor Dostoevskij, Nikos Kazantzakis, Anna Achmatova, Nagib Mahfuz, Albert Camus, Taha Hussein, Jean-Paul Sartre, Truman Capote e le poesie di Rabindranath Tagore. Nei primissimi anni settanta si trasferisce a Montreal in Canada e frequenta la Concordia University dove studia arte e musica.

? Ingresso libero fino a esaurimento posti a eccezione dei posti prenotati. Prenotazione anticipata del posto € 6.50 – r.aghemo@castellodirivoli.org
Per i posti prenotati via email, il biglietto potrà essere acquistato e ritirato al museo prima di accedere alla sala conferenze a partire dalle ore 14 del giorno stesso. ?

Dettagli

Data:
14.10.2017
Ora:
16:00 - 18:00
Categorie Evento:
,