Caricamento Eventi

Milovan Farronato: Tra verità e menzogna: le muse ‘inquietanti’ di Chiara Fumai / Carolyn Christov-Bakargiev: Su Medea, le madri e la crudeltà

8 dicembre 2018 dalle 16:00 alle 17:30

Il biglietto d’ingresso al museo (intero 8.50 €- ridotto 6.50 €) consente la partecipazione gratuita alla Conferenza.
Ai possessori di abbonamento Torino Musei, Torino Piemonte Card  è riservata la partecipazione alla Conferenza con ingresso ridotto a 6.50 €

Registrati QUI

In occasione di Nalini Malani: La rivolta dei morti. Retrospettiva 1969-2018. Parte IIa cura di Marcella Beccaria, prima mostra personale dell’artista indiana in Italia, realizzata in collaborazione con il Centre Pompidou, Parigi, il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea organizza un ciclo di incontri e conversazioni con storici dell’arte, studiosi e artisti.

Milovan Farronato
Tra verità e menzogna: le muse ‘inquietanti’ di Chiara Fumai
8 dicembre 2018, ore 16.00
Teatro del Castello

“Zalumma Agra, Dope Head, Carla Lonzi, Rosa Luxemburg, Ulrike Meinhof, Eusapia Palladino, la dogaressa Elisabetta Querini Valier, Valerie Solanas: questa la legione di volti, personalità e compagne di Chiara Fumai. E talvolta qualche uomo come Harry Houdini o il barone Julius Evola.
Una lunga galleria che avrebbe a breve incorporato Christine de Pizan, scrittrice franco-veneziana del XV secolo, con la quale compartiva la visione di una città allegorica a misura delle nobildonne, ma delle sue: sciagurate, sincere nei loro non-virtuosismi. Tutte figure forti, esistenze illustri, accomunate in qualche modo da un bisogno, impellente, atavico, di riscatto. “Mi piace molto l’aspetto militante, combattivo, di buona parte delle figure che cerco di incarnare”.
Creatrice, in ugual misura, di truffe artistiche e magie profonde; la verosimiglianza, in primis, a reggere un peculiare sistema speculativo…”

Milovan Farronato (vive e lavora tra Milano e Londra) è direttore e curatore del Fiorucci Art Trust, per il quale ha sviluppato dal 2011 il festival Volcano Extravaganza a Stromboli. Nel 2019 curerà il Padiglione Italia della 58ª Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia.

Dal 2005 al 2012, è stato direttore dell’organizzazione no profit Viafarini e curatore presso DOCVA Documentation Centre for Visual Arts di Milano. Dal 2006 al 2010 è stato curatore associato della Galleria Civica di Modena, per la quale ha curato nel 2006 la mostra collettiva Egomania e le personali di Ugo Rondinone e Yayoi Kusama; nel 2007, la personale di Katharina Fritsch; nel 2008, la bipersonale di Runa Islam e Tobias Putrih e nel 2009 la personale di Christian Holstad. È stato professore di Cultura Visiva al CLADEM, Università IUAV di Venezia, dal 2008 al 2015. Tra le mostre curate da Farronato Nick Mauss, Illuminated Window presso La Triennale e Torre Velasca a Milano 2017; Lucy McKenzie, La Kermesse Héroïque presso la Fondazione Bevilacqua La Masa a Venezia 2017; Si Sedes Non Is presso The Breeder Gallery di Atene, 2017. È stato parte del team curatoriale del Dhaka Art Summit, 2017 e fa parte del Development Committee della Chisenhale Gallery a Londra. Ha anche pubblicato diversi testi per Mousse Magazine, Flash Art, ATPDiary, CURA, Artribune, Tate Etc., L’Uomo Vogue, Fashion Trend, tra gli altri.

A questo evento interverrà anche Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea con una presentazione intitolata  Su Medea, le madri e la crudeltà 

Ritorna alla pagina del ciclo di incontri

 

A cura di Nalini Malani e Carolyn Christov-Bakargiev

Realizzato con il supporto di Nicoletta Fiorucci