Simone Frangi in conversazione con Soukaina Abrour

09.03.2024 dalle 18:30 alle 19:30

In occasione della prima mostra personale di Soukaina Abrour, il curatore e ricercatore Simone Frangi sarà in conversazione con l’artista per riflettere sulla sua pratica e sulla nuova produzione presentata presso gli spazi di Almanac. 

Simone Frangi (Italia, 1982) lavora all’intersezione tra pensiero critico, ricerca curatoriale e formazione. Attualmente è professore di Teoria dell’arte contemporanea presso l’École Supérieure d’Art et Design di Grenoble. Dirige con Alessandro Castiglioni Live Works – Free School of Performance presso la Centrale Fies di Trento e A Natural Oasis?, un programma di ricerca transnazionale. Nel 2021 è diventato curatore senior di MEDITERRANEA19 – School of Waters. Ha pubblicato con Lucrezia Cippitelli l’antologia Colonialità e Culture Visuali in Italia (Mimesis, 2021), e con lei dal 2023 è curatore di Kunst Meran Merano Arte.

Cresciuta in Italia dal 2000, Soukaina Abrour (Marocco, 1997) è laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia. La sua ricerca indaga la costruzione del sé nelle moltitudini umane e non umane, attraverso la fabulazione e la sua materializzazione in nuove forme. Nel 2022 ha partecipato con BJCEM a una residenza per Procida Capitale della Cultura. Nel 2023 ha vinto la Agitu Ideo Gudeta Fellowship, ideata da Razzismo Brutta Storia, BHMF e Centrale Fies, la residenza con MilanoMediterranea e partecipato al festival Farout a BASE Milano.

Dettagli

Data
09.03.2024
Ora
18:30 - 19:30