Andro Wekua. A Neon Shadow

Dal 03 maggio 2011 al 04 settembre 2011

a cura di Andrea Bellini

 

Il Castello di Rivoli presenta il progetto speciale di Andro Wekua (Suhumi, Georgia, 1977) appositamente concepito per il Museo e realizzato grazie al sostegno della Fondazione Arte Moderna e Contemporanea CRT.
Nelle prestigiose sale storiche del Castello di Rivoli i visitatori entreranno in contatto con il raffinato immaginario del giovane artista georgiano tra collage, dipinti, sculture di cera e un modello architettonico. Quest’ultimo è ispirato ad un edificio di Suhumi, sua città natale, dalla quale fu costretto a fuggire nel 1990 insieme alla famiglia, a causa degli episodi di pulizia etnica che sconvolsero la regione dell’Abkhazia. Come afferma Andrea Bellini, curatore della mostra “Suhumi, città oggi semiabbandonata, è per Andro Wekua una città miraggio, una città irraggiungibile, un luogo onirico e del ricordo. Queste memorie – nel lavoro dell’artista –  prendono forma anche grazie a collage raffinati, ad immagini in movimento, e ad una inquietante serie di sculture figurative, in ceramica o cera, di bambini e di adolescenti, figure che sembrano provenire da una zona remota del sogno e del trauma”.

La mostra A Neon Shadow, si inserisce nel più ampio contesto di un progetto espositivo  realizzato in collaborazione con la Kunsthalle Wien di Vienna e la Kunsthalle Fridericianum di Kassel, che ospitano rispettivamente le mostre Never Sleep with a Strawberry in Your Mouth e Pink Wave Hunter. Il titolo di quest’ultima è anche quello della pubblicazione – insieme catalogo e libro d’artista – che accompagna il progetto espositivo.
Andro Wekua è stato invitato a partecipare alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte de la Biennale di Venezia, dal titolo ILLUMInazioni, curata da Bice Curiger, in occasione della quale esporrà il film Never Sleep with a Strawberry in Your Mouth, 2010, presentato in anteprima al Castello di Rivoli in occasione della mostra.

Andro Wekua (1977) vive e lavora a Zurigo e Berlino. Si è formato presso la National Art School di Sukhumi tra il 1986 e il 1991, proseguendo poi i suoi studi dal 1993 al 1994 presso lo Study at Phil. Institute Gogebaschvili di Tbilisi, ed infine alla Visual Art School di Basilea tra il 1995 e il 1999.
Numerose sono le pubblicazioni ed i progetti internazionali cui l’artista ha partecipato.
Fra le mostre personali ricordiamo Workshop Report, Centre d’Art Contemporain Wiels, Brussel, 2009; Sunset: I Love Horizon, Le Magasin, Centre National d’Art Contemporain de Grenoble, Grenoble, 2008; Wait to Wait, Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam, 2007. Fra le collettive 10.000 Lives, 8th Gwangju Biennale, Gwangju, 2010, Skin Fruit: Selection from the Dakis Joannou Collection, a cura di Jeff Koons, New Museum, New York, 2010, Abstract Resistence, Walker Art Center, Minneapolis, 2010 e Contemplating the Void: Interventions in the Guggenheim Museum, Solomon R. Guggenheim Museum, New York, 2010.

Dal 03 maggio 2011 al 04 settembre 2011
L'hai guardato?

Andro Wekua. A Neon Shadow