Piano Nobile

Dal 12 aprile 1989 al 01 settembre 1989

A cura di Rudi Fuchs, Johannes Gachnang, Cristina Mundici

 

La vivacità dell’arte italiana del dopoguerra è testimoniata da una grande generazione di avventurosi modernisti, che si è allontanata dai modelli del classico e del tradizionale, aprendo strade e possibilità alle ricerche e agli interessi delle generazioni successive. Passando attraverso

complesse esperienze creative, pittoriche e scultoree, artisti come Capogrossi, Castellani, Fontana, Lo Savio, Manzoni, Melotti, Rotella e Vedova hanno riformulato l’arte in modi nuovi, introducendo una grande flessibilità estetica nell’arte italiana e aprendola sempre più a un futuro internazionale. La mostra ha un carattere innovativo, proponendo un primo avvio di riflessione su questi temi, che

travalicano la storia dell’arte per intrecciarsi con la vicende sociali e politiche. La riflessione artistica si amplia, provando così a rileggere i sogni e le speranze di quegli anni difficili ed esaltanti in Italia e in Europa.

Luigi Fassi

 

Dal 12 aprile 1989 al 01 settembre 1989