SoggettoSoggetto

Dal 24 giugno 1994 al 28 agosto 1994

A cura di Francesca Pasini, Giorgio Verzotti

In conseguenza all’accrescimento della complessità dei sistemi di comunicazione e di scambio culturale e sociale, la mostra intende analizzare le modalità di una rinnovata relazione tra gli esseri umani e il loro ambiente, non più caratterizzata dal confronto tra elementi eterogenei e distinti, soggetto e oggetto, bensì da soggetti pienamente autonomi e indipendenti.

soggettoSoggetto non è dunque un’ipotesi da indagare, ma un dato di realtà, una modalità politica con la quale stabilire una diversa relazione tra cose e persone per inventare un modo più attivo di interagire con i mutamenti prodotti dalla tecnica contemporanea.

La maggior parte degli artisti presentati, italiani e internazionali, rende esplicita questa deviazione dalla rigidità binaria soggetto-oggetto attraverso l’uso di mezzi fotografici e video che mettono in scena un’inedita intersoggettività. Il rapporto fra immagine e realtà, il tema del doppio, dell’identità sessuale e della comunicazione interattiva sono alcuni dei fili conduttori affrontati. La consapevolezza che accomuna i lavori è la volontà di non restare chiusi nell’orizzonte di una dimensione autoreferenziale, per testimoniare invece un senso orizzontale e aperto della contemporaneità. Questo movimento intersoggettivo consente di rendere vivo il ricordo e dare al contempo consistenza alla percezione del presente, trasmettendo il sentimento di universalità proprio dell’arte.

Luigi Fassi

 

Dal 24 giugno 1994 al 28 agosto 1994